closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Il mondo fluttuante fra oriente e occidente

Mostre. A Palazzo Reale di Milano sbarcano duecento stampe policrome dei tre maestri dell'ukiyoe: Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Arrivano dalla collezione del museo di Honolulu

Utagawa Hiroshige,  «Suruga. Fuji», dalla serie «Collezione di immagini dalle province», 1830-1850 circa

Utagawa Hiroshige, «Suruga. Fuji», dalla serie «Collezione di immagini dalle province», 1830-1850 circa

Qualcuno se ne dovette accorgere, in Europa, soprattutto a Parigi, che quella carta che impacchettava preziose ceramiche provenienti dal Giappone non era così ordinaria. Non meritava di essere appallottolata e finire nel cestino. Come involucro, a volte, era meglio dell’oggetto che ricopriva. Le celebri xilografie policrome dei grandi maestri del periodo Edo (che in realtà va dai primi decenni del Seicento fino all’Ottocento inoltrato, 1868, assicurando attraverso la dinastia Tokugawa 250 anni di pace ininterrotta e prosperità del paese) non potevano sfuggire agli occhi allenati di editori raffinati né a quelli degli artisti meno accademici e con una «presa mobile»...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi