closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
ExtraTerrestre

«Il metano arriva troppo tardi, puntare sulle fonti rinnovabili»

Intervista. L'ambientalista Sandro Roggio, critico nei confronti del piano del governo e della Regione

Contro la costruzione del metanodotto sardo si schiera una delle voci più autorevoli dell’ambientalismo sardo, Sandro Roggio, tra i padri, con Eduardo Salzano e Renato Soru, del Piano paesaggistico con il quale nel 2006 le coste sarde furono messe al sicuro rispetto alle mire della speculazione edilizia e immobiliare. Serve davvero questo lungo tubo che da Sassari a Cagliari dovrebbe portare il metano a tutti i sardi? Come altre opere molto strombazzate, anche questa è inutile soprattutto perché è in ritardo. Il metano non è il futuro dell’energia. Dopo decenni di attesa, ora potrebbe arrivare nell’isola e ad applaudire sono...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.