closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Il lavoro nel cinema italiano anni ’70

Libri. Karen Pinkus, «A fine turno», Ombre corte

Undici scene, undici capitoli di un ordinato e rapsodico vasto discorso che si muove alacremente scoprendo i legami tra tre diversi luoghi della Storia, della società, della narrativa, del pensiero: lavoro macchine vita, osservati nello specifico e speciale contesto/laboratorio dell’Italia del Boom. E della resistenza che al loro anti-umano intrecciarsi, spesso al di qua del margine del consapevole (sostiene l’autrice), molti diversi registi hanno saputo contrapporre, dandole una forma. Come esistono i film-saggio che riportano nel flusso del cinema la speculazione logocentrica della parola scritta, così nel suo «A fine turno. Lavoro, macchine e vita nel cinema degli anni Sessanta...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.