closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Il grande Chopin nell’occhio del rivale

Musicisti romantici. Un ritratto commosso e ammirato di Liszt a due anni dall morte del compositore polacco

Scritto a due anni dalla morte di Chopin, avvenuta a Parigi nel novembre del 1849, il ritratto che Franz Liszt ci consegna del compositore polacco ha un enorme valore testimoniale e si lascia apprezzare, nonostante la prosa eccessiva e mirabolante. Chopin (Castelvecchi, pp. 140, euro 16,50) – come non manca di notare l’estensore della prefazione, il pianista Michele Campanella, raffinato interprete e conoscitore del mondo lisztiano – contiene giudizi illuminanti e utilissime notizie sul contesto psicologico nel quale l’immaginario sonoro di Chopin andò dispiegandosi. Frutto di un’ammirazione sincera, dietro la quale si nasconde, qua e là, la rivalità tra due...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.