closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Il grande balzo all’indietro

Egitto. Chiusa piazza Tahrir, Mubarak scortato all’ospedale di Sharm. Al Sisi domina. L’esercito chiude le strade e regala buoni per beni di lusso. Oggi nuovo venerdì di proteste

Supporter di Mubarak

Supporter di Mubarak

Percorrendo il ponte 6 ottobre un gruppo di operai è impegnato a saldare i parapetti della tangenziale, divelti dai manifestanti in fuga dallo sgombero di Rabaa del 14 agosto scorso. Fervono i lavori per risistemare via Nasser, mentre i segni di incendi e devastazione sono stati cancellati a tempo record. Sembra che il massacro di Rabaa non sia mai esistito, la televisione pubblica non fa mai riferimento alla strage. Siamo ritornati all’11 febbraio 2011, quando Mubarak era appena uscito dal palazzo presidenziale. Proprio questo è successo ieri: una giornata di festa per i nostalgici pro-Mubarak, un incubo per l’Egitto. La...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.