closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Jerusalem day senza Trump, ma è il trionfo di Netanyahu

Gerusalemme. Oggi migliaia di israeliani sfileranno in corteo per affermare il controllo su tutta Gerusalemme alla vigilia delle celebrazioni per il trasferimento dell'ambasciata Usa nella città santa. Scioperi e raduni dei palestinesi. Le proteste più imponenti sono previste a Gaza domani e martedì

Celebrazioni così sontuose forse Israele non le aveva organizzate ‎neppure dopo aver occupato nel 1967 la zona Est, araba, di ‎Gerusalemme e preso il controllo di tutta la città. L'euforia è alle ‎stelle tra gli israeliani per il trasferimento dell'ambasciata ‎statunitense da Tel Aviv a Gerusalemme. Tra i palestinesi invece ‎crescono rabbia e frustrazione per un passo che viola le risoluzioni ‎internazionali proprio come il riconoscimen0to di Gerusalemme ‎come capitale di Israele fatto da Donald Trump il 6 dicembre. Il ‎‎"Giorno di Gerusalemme" - che cade oggi secondo il calendario ‎ebraico – è la vigilia perfetta, spiegano gli ultranazionalisti, del...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi