closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Il futuro del M5S di Conte in mano a due procure

Sesso, bugie e videoshock. A Tempio Pausania l’indagine su Ciro Grillo, Cagliari decide sul vuoto di leadership

Giuseppe Conte

Giuseppe Conte

È difficile trovare un punto di riferimento stabile in questa fase del Movimento 5 Stelle. Beppe Grillo ha legato oggettivamente il suo ruolo alle sorti dell’indagine per stupro che riguarda suo figlio. Il Partito democratico, a cascata, chiede posizioni chiare e una presa di distanza dalle invettive del Garante. Le tappe della nuova forma organizzativa risentono delle scatole cinesi legali di cui è composto il M5S e rischiano di essere scandite dalle carte bollate. Davide Casaleggio è pronto a staccare la spina della piattaforma telematica e portarsi dietro dati preziosi per la gestione quotidiana degli affari interni. In mezzo a...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi