closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Il film che regala una strada alla “terra degli ultimi”

Intervista. Mimmo Calopresti ha girato "Aspromonte terra degli ultimi" che sarà nelle sale a ottobre

Marcello Fonte in una scena del film

Marcello Fonte in una scena del film

Un set cinematografico che si trasforma in un cantiere stradale, nella «terra degli ultimi». Per costruire non solo una strada, ma una via d’accesso ai diritti dei più emarginati. Mimmo Calopresti lo scorso inverno si è trasferito in Aspromonte, ad Africo Vecchio, per girare il suo ultimo film e raccontare una storia calata nel fango. In una realtà immutata dagli anni ’50 a oggi, senza strade e senza servizi. Isolata non solo dal mondo ma dai centri limitrofi. «Per questo ci siamo portati avanti e abbiamo iniziato i lavori», scherza il regista di Polistena. Ispirato al romanzo Via dall’Aspromonte di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.