closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Il favorito Sabbahi: «Mai più partiti fondati sulla religione»

Intervista. Incontro con Hamdin Sabbahi, sindacalista nasserista e principale leader del Fronte di salvezza nazionale favorito in caso di elezioni presidenziali: «Acclameremo Putin al posto di Obama. E Mubarak non sarà rilasciato»

Hamdin Sabbahi

Hamdin Sabbahi

Abbiamo incontrato il leader nasserista Hamdin Sabbahi nelle stanze dell’Hotel Marriott di Zamalek. Sabbahi è l’uomo su cui si concentra l’attenzione in queste ore, come favorito in caso di elezioni presidenziali. Il giornalista e sindacalista nasserista per un soffio non ha passato il primo turno delle presidenziali del giugno 2012, lasciando il campo aperto allo scontro tra Mohamed Morsi e Ahmed Shafiq, ma si sprecano le accuse avanzate dai suoi sostenitori di brogli elettorali. Con la partenza per Vienna di Mohammed El-Baradei, Sabbahi è il principale leader del Fronte di salvezza nazionale. Ha criticato duramente Hosni Mubarak quando era al...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi