closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'Ultima

Il delitto rimosso di Catanzaro

La storia. 50 anni fa nel capoluogo calabrese l’operaio socialista Pino Malacaria venne ucciso da una bomba lanciata contro una manifestazione antifascista. Erano i tempi del «boia chi molla»

Un giornale d’epoca

Un giornale d’epoca

Senza memoria non c’è futuro. In un paese che non ha mai fatto davvero i conti con la propria storia troppi sono i nomi dimenticati e lasciati nell’oblio. L’elenco di cuori rossi morti due volte, sotto i colpi di fascisti e polizia e senza che i carnefici mai abbiano avuto un nome, un volto e una pena, è lungo e doloroso. Da Alceste Campanile a Carlo Giuliani passando per Fausto Tinelli, «Iaio» Iannucci e Valerio Verbano. Ma prima di loro, Pino Malacaria. CINQUANT’ANNI SON PASSATI da quel 4 febbraio del 1971 quando l'operaio socialista venne colpito a morte da una...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.