closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Il costo della pandemia: -8,8% del Pil in Italia, -6,8% nell’Eurozona

Effetto Covid 19. Tranne la Cina, in tutto il pianeta nel 2020 le principali economie nazionali affossate dal coronavirus. Dai dati provvisori dell'Istat la contrazione del prodotto interno lordo italiano è stata inferiore, di poco, al previsto, in un panorama che vede la Spagna a -9,1%, la Francia a -8,3% e la Germania a -5,3%. Regno Unito verso -10% e Usa a -3,5%, dato peggiore dal 1946.

L'Istituto nazionale di statistica

L'Istituto nazionale di statistica

L'anno della pandemia, e del doppio lockdown primaverile e autunnale, secondo l'Istat si chiude per l'Italia con un calo del prodotto interno lordo dell'8,8%. Questo in un panorama europeo e mondiale dove abbondano i risultati negativi nelle principali economie nazionali. Con la solitaria eccezione di una Cina capace di segnare, anche nel 2020, un +2,3% del Pil rispetto all'anno precedente. Mentre l'altro gigante Usa, pur forte di un +4% nel quarto e ultimo trimestre dell'anno, dato cui non sono estranee le scarse misure di sicurezza dell'amministrazione Trump di fronte al Covid 19, chiude comunque in negativo il 2020, con un...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi