closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Il corpo segreto della religione, antica ossessione del cinema polacco

In sala. «Corpus Christi», di Jan Komasa, tra estremismo religioso e critica sociale

I risvolti segreti dell’estremismo religioso polacco sono indagati da Jan Komasa in Corpus Christi, capace di parlare a un pubblico che sa decodificare la dottrina, fin dai tempi del Dekalog di Kieslowski. Daniel (Bartosz Bielenia, classe 1992, premiato per questa interpretazione) il protagonista ospite del carcere minorile diventa un finto pretino, è un impostore ma non troppo: il seminario sarebbe la sua strada se non fosse finito in riformatorio e questo rende impossibile il cammino scelto, ma in cambio gli permette di imparare la durezza della vita e come difendersi e attaccare. «Da un fatto di cronaca» specificano le note...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi