closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Il Colle frena Renzi E l’ex premier giura: «Mai parlato di crisi»

Democrack. Da Mattarella ai centristi Pd, tutti gli stop all’impennata sul senato. Anche Gentiloni stavolta: le istituzioni debbono essere rassicuranti. Il futuro segretario: l’episodio di ieri è grave. Il nostro linguaggio non può tornare alla prima Repubblica. Ma ora hanno la maggioranza, vediamo cosa sono capaci di fare. Speranza, Art.1: «Basta arroganza, il parlamento non è la cucina di Masterchef dove si risponde Sì chef»

Il premier Gentiloni e l'ex premier Matteo Renzi

Il premier Gentiloni e l'ex premier Matteo Renzi

«La vicenda è chiusa, ora occupiamoci di cose serie». Matteo Renzi arriva con il consueto ritardo alla riunione dei suoi parlamentari convocata nel pomeriggio al Nazareno. Ma a quell’ora, sono le tre e mezza del pomeriggio, ha già cambiato idea rispetto alla sera prima: nessuna drammatizzazione sulla mancata elezione del presidente della commissione affari costituzionali al senato, pieno appoggio a Gentiloni. Certo, spiega, «l’episodio di ieri è grave e antipatico. Il nostro linguaggio non può tornare alla prima Repubblica. Noi la parola crisi di governo non la vogliamo utilizzare, come fanno Ncd o Mdp». E comunque: il capo dello Stato...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi