closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Il cinema “contro tutti” di Zulawski

Ultravista. Un ricordo del regista polacco che ha vissuto a lungo a Parigi, scomparso il 17 febbraio, autore di "La terza parte della notte", "Possession" e dei film censurati "Il diavolo" e "Sul globo d'oro"

Figlio di un diplomatico polacco a Parigi e nato nel 1940, in una Leopoli ancora in terra polacca, Andrzej Zulawski era un regista «a tutto tondo», diverso anche per formazione rispetto ai coetanei Jerzy Skolimowski e Roman Polanski che avevano studiato alla scuola di cinema di Lodz. Zulawski avrebbe trascorso la sua adolescenza in Francia, prima di entrare all'Institut des hautes études cinématographiques, dove avrebbe imparato a girare un film in tutte le sue fasi di lavorazione. Era nascosta lì dietro ad un termosifone a Breslavia la sua scatola magica. Senza quello strato giallastro e appiccicoso di colofonia a proteggere...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.