closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Il Cile approva i matrimoni egualitari. E ha eletto la prima deputata trans

Femminismo. Emilia Schneider Videla, militante del Frente Amplio: «Il risultato di anni di lotta femminista e dissidente»

Dopo il sì al progetto di depenalizzazione dell'aborto (ancora in attesa del voto del Senato), la Camera dei deputati cilena fa un ulteriore passo avanti in tema di diritti civili, approvando a larghissima maggioranza, con 101 voti a favore, 30 contro e 2 astensioni, la legge sul matrimonio egualitario. Il provvedimento, presentato per la prima volta nel 2017 sotto il governo Bachelet, aveva già ricevuto a luglio il via libera - sempre a larga maggioranza - del Senato, ma dovrà tornare alla Camera alta in seguito ad alcune modifiche introdotte dai deputati, tra cui quella a favore di una terminologia...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.