closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Rubriche

Il caso Tik Tok e la coercizione democratica

Ri-mediamo. La rubrica a cura di Vincenzo Vita

La terribile vicenda della giovanissima ragazza palermitana morta per un gioco estremo propagato dalla piattaforma on line Tik Tok costituisce un punto di svolta. Una rottura epistemologica, direbbe qualche filosofo. Il discorso sui limiti della e nella rete, rimasto per troppi anni un esercizio retorico, diventa ora un problema serissimo. Non si può immaginare di rinviare, sopire, troncare, a mo’ dell’eterno conte zio. Una proposta. Si istituisca una sorta di patentino digitale, come quello richiesto per condurre i ciclomotori, ad esempio. E, come ha deciso il Garante dei dati personali, per l’intanto il social in questione rimanga bloccato. Un patentino...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi