closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'inchiesta

Carlo Petrini: il buon cibo salverà il pianeta

Intervista. Da oggi fino a lunedì prossimo Torino ospita il Salone del Gusto e Terra Madre, la manifestazione internazionale più complessa e completa che esiste in tema di cibo nella sua eccezione più ampia possibile. Per Carlo Petrini, fondatore di Slow Food, questo sistema alimentare ormai non funziona più: "La produzione sostenibile è una questione di giustizia sociale". E l'Expo lo convince sempre di meno: "Per noi è una occasione importante ma purtroppo è stato perso troppo tempo e temo che ancora non sia stata messa a fuoco la tematica più importante"

Fino a lunedì Torino ospita il Salone del Gusto e Terra Madre. I numeri sono impressionanti: i produttori che nutrono il mondo si ritrovano nel mercato più grande, 80mila metri quadrati, davanti alla platea più numerosa, 200 mila visitatori. Ma i numeri non dicono tutto. «E’ la manifestazione internazionale più complessa e completa che esiste sul tema del cibo di qualità e sostenibile», dice Carlo Petrini, l’inventore di Slow Food. Il Salone del Gusto compie diciotto anni. Adesso che entra nell'età adulta quali nodi deve affrontare per stare al passo con tempi che si annunciano piuttosto grami? Ricordo con soddisfazione...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.