closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Il brand avvelenato della globalizzazione

Tempi presenti. «Generazione Isis» di Olivier Roy, per Feltrinelli. Secondo lo studioso francese, i club di sport da combattimento sono più rilevanti delle moschee per la socializzazione jihadista

Un'installazione di Shahpour Pouyan

Un'installazione di Shahpour Pouyan

È probabile che la sconfitta militare dell’Isis, annunciata dalla caduta di Mosul e da quella sempre più probabile di Raqqa, non metta fine né alla minaccia degli attentati, né soprattutto all’appeal che questa sigla sembra possedere agli occhi di un certo numero di giovani, anche europei. Privati di una terra di conquista e di possibili roccaforti organizzative, proprio l’estensione di questo fascino sinistro potrebbe anzi rappresentare l’eredità più terribile consegnata al mondo dai seguaci di Abu Bakr al-Baghdadi. È da una simile constatazione che muove l’ultimo lavoro di Olivier Roy, Generazione Isis (Feltrinelli, pp. 124, euro 14), studioso attento non...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.