closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Il bisonte va alla guerra

Bestiario. Il più grande mammifero europeo e la sua movimentata vita sul pianeta. La principale sconfitta per la sua specie arrivò con il primo conflitto mondiale

Disegni rupestri della grotta di Altamira, in Spagna

Disegni rupestri della grotta di Altamira, in Spagna

Poco più di ottant’anni fa venne intrapreso il difficile compito di salvare una specie sull’orlo dell’estinzione: il bisonte europeo (Bison bonasus). Il numero di individui di questa specie, all’inizio del secolo scorso, era estremamente ridotto: nel 1923 se ne contavano solo cinquantaquattro. L’importanza di salvaguardare questa specie è dovuta al fatto che storicamente ha ricoperto un ruolo molto importante negli ecosistemi forestali e steppici. L’imponente animale è stato per molte nazioni nascenti europee simbolo di forza naturale, ma nello stesso tempo è stato anche uno tra i più cacciati. La pressione venatoria e la caccia di frodo, accompagnate dal taglio...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi