closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Identità fluide e fantasmi ingombranti per il Principe di «Hamlet» dei Dewey Dell

A teatro. Debutto italiano alla triennale per lo spettacolo del collettivo in forze tra Cesena e Berlino, fondato nel 2006

«Hamlet» dei Dewey Dell

«Hamlet» dei Dewey Dell

La statua di un uomo stanzia in proscenio. È fatta di pane bruciato (scultura di Matteo Lucca), come se la pelle e il sangue dell’ignoto personaggio si fossero raggrumati dopo un tragico incendio. Nella penombra sonorità elettriche agitano il contesto. Quasi incollato al retro della statua, un ragazzo emerge alla vista. Braccia, gambe, corpo scossi da un’energia violenta, compulsiva, che la pelle giovane, non lacerata, trattiene con dolore in sé. Siamo alla Triennale Milano, debutta in Italia Hamlet dei Dewey Dell, collettivo in forze tra Cesena e Berlino, fondato nel 2006, anime portanti i tre fratelli Agata, Teodora (autrice delle...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.