closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

i tre film “italiani” di Michal Waszynski

Ciakpolska. Una rassegna dei tre film inediti del regista polacco, firmati con Vittorio Cottafavi

scena da

scena da "La grande strada" di Michal Waszynski

La stagione che va dal 1945 al 1948 segna indubbiamente uno dei vertici del cinema italiano, soprattutto perché mai come in questo momento i film si incaricano di raccontare la nostra società, fotografando un passaggio epocale come quello dalla dittatura alla democrazia. I capolavori del Neorealismo fungono all’estero da ambasciatori di questa nuova Italia, tratteggiando con la loro poesia l’immagine di un popolo in cerca di un riscatto morale e sociale, ma ci sono molti altri film, anche minori, che fotografano a modo loro questo delicato processo di ricostruzione. Proprio in questa prospettiva si colloca la collaborazione fra Michal Waszynski...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi