closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

I saggi tornano alla bicamerale

Riforme. Consegnato a Letta il lavoro dei 33 professori. E' un testo aperto, che contiene proposte della commissione del '97 e una rassegna del dibattito degli ultimi 30 anni. La preferenza del ministro è per il premierato

«Il governo del primo ministro è l’ipotesi che ha il consenso più largo dentro la commissione». Sembra Gaetano Quagliariello ieri sera, invece è Massimo D’Alema nel maggio 1997. La commissione del «saggi» di nomina governativa, in campo da luglio per preparare le riforme costituzionali, è arrivata alla stessa mediazione con la quale D’Alema tentò - invano - di condurre in porto la bicamerale. Non era impossibile prevederlo. Tra saggi a favore del presidenzialismo (13 di loro firmano «un’opinione dissenziente») e saggi affezionati alla forma di governo parlamentare, «è emersa una proposta di governo parlamentare del primo ministro - questo è...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.