closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

I primi magnifici sessant’anni della «Merda d’artista»

Anniversari. Era il maggio del 1961 quando Piero Manzoni realizzò la sua idea provocatoria presentando novanta scatolette «escrementizie». Che naturalmente fecero scandalo. Ora la Fondazione a lui dedicata mette in campo diverse iniziative per ricordare quell'opera, la sua storia e la sua leggenda

Merda d'artista, 1961

Merda d'artista, 1961

«Vorrei che tutti gli artisti vendessero le loro impronte digitali, o che si facessero delle competizioni per vedere chi riesce a fare la linea più lunga, o che tutti vendessero la loro merda in scatola - l’impronta è l’unico segno della personalità che si possa ammettere: se i collezionisti desiderano qualche cosa di intimo, veramente personale dell’artista, ecco a loro la merda» (lettera di Piero Manzoni a Ben Vautier, 1961). Fu proprio in quel maggio del ’61 che l’artista (1933 - 1963) realizzò le 90 scatolette che andarono a costituire la celebre opera Merda d’artista. Per i suoi sessant’anni, la...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.