closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

I nuovi poveri sono gli autonomi a partita Iva

Quinto Stato. Senza diritti alla malattia o al sostegno al reddito, non avranno una pensione. Ma i loro contributi finanziano il Welfare degli altri lavoratori. I dati dell'Osservatorio XX maggio su parasubordinati e professionisti iscritti alla gestione separata dell'Inps descrivono l'esistenza del nuovo proletariato in Italia

Il quinto stato, una rielaborazione grafica

Il quinto stato, una rielaborazione grafica

Il ritratto dei nuovi poveri a partita Iva lo ha fatto ieri l'Osservatorio dei lavori dell'associazione 20 maggio presentando a Roma il terzo rapporto sui dati della gestione separata dell'Inps. Anche con l'entrata in vigore delle regole della delega sul lavoro, in discussione in parlamento, su mille euro guadagnati ad un autonomo resteranno in tasca 515 euro contro i 903 di un lavoratore dipendente. Gli iscritti a questa cassa dell’Inps hanno un compenso lordo medio di 18.640 euro, un reddito netto da 8.670 euro annui per 723 euro mensili. Parliamo di un proletariato a tutti gli effetti che non ha...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.