closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

I dati manipolati della grande crisi

Statistiche . Quello che l'Ocse (ela stampa) non dice. Pil e debito, i due cavalli della vulgata degli economisti per celare la famelica rendita finanziaria

Nel leggere un dato statistico, il buon senso raccomanda di considerare il quadro di riferimento entro il quale si colloca. Se invece lo si enuclea, è probabile che lo si fraintenda vanificandone l’importanza. È una regola banale. Soprattutto quando si tratta di economia e quando c’è di mezzo la grande crisi. Argomento principe dell’informazione, utilizzato per compiere una gigantesca operazione egemonica che produce consenso alla trasformazione del modello sociale europeo. Naturalmente non avviene per caso che i dati economici che strutturano la grande affabulazione sulla crisi siano sistematicamente comunicati – propagandati – fuori contesto. Producendo cifre isolate è facile servirsene...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi