closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

I cento giorni neri del commissario alla sanità

Calabria. L'emergenza infinita

Guido Longo, commissario alla Sanità in Calabria

Guido Longo, commissario alla Sanità in Calabria

«Udite udite mio marito, abitante a Cosenza, in Calabria, con invalidità 100 per cento, con patologia neurologica degenerativa scompensata, ha ricevuto un sms. Prenotato per vaccinarsi: giorno 5 aprile a Scicli, in Sicilia». Rossella Cinelli, cosentina, racconta indignata uno degli innumerevoli disagi provocati dal malfunzionamento della piattaforma di prenotazione per vaccinarsi in Calabria. Ieri a Fuscaldo, in provincia di Cosenza, 358 ultraottantenni in coda per il richiamo sono stati rispediti a casa per mancanza del vaccino Pfizer. Ci sono anche centri come Dipignano dove nessuno dei 180 anziani residenti sinora ha ricevuto la prima dose. È un caso unico in...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi