closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

I braccianti sikh si ribellano, a Latina lo sciopero è indiano

La prima protesta autorganizzata. Tengono in piedi l’agricoltura Pontina ma sono sfruttati e presi a fucilate dagli schiavisti. Oltre alla Cgil ieri hanno aderito anche Cisl e Uil

La manifestazione dei braccianti indiani ieri a Latina

La manifestazione dei braccianti indiani ieri a Latina

Tre indizi fanno una prova. Due settimane fa un bracciante scaricato dal datore di lavoro senza alcunché si è sdraiato disperato sui binari di Priverno. A Fondi la Guardia di finanza ha trovato ben 15 aziende agricole totalmente in nero con centinaia di lavoratori senza alcuna tutela. Dieci giorni fa a Terracina un imprenditore ha sparato ai braccianti non contento della loro produttività. Nell’intera provincia di Latina ci sono più di 11mila imprese agricole con fino a 40mila braccianti nei picchi estivi. Quasi tutti indiani. Dopo decenni di sfruttamento si stanno finalmente ribellando. E ieri per la prima volta la...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.