closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Hollande spiazzato da Obama

Intervento in Siria. La Francia fornisce le sue "prove" e le mette on line. La destra chiede un voto al parlamento.Il primo ministro precisa che la Francia agirà "solo con una coalizione". Per la Russia gli Usa e i suoi alleati non sono credibili

Il ponte della portarei Usa Nimiz in Mar Rosso

Il ponte della portarei Usa Nimiz in Mar Rosso

François Hollande è in un forte imbarazzo – un giornale lo ha battezzato “cornuto magnifico” riprendendo il titolo di una farsa teatrale del 1920, altri lo dicono “in trappola” – dopo i tentennamenti di Obama e la decisione di far votare il Congresso. Ieri, la Gran Bretagna, che ha bocciato l’intervento, ha escluso il ricorso a un nuovo voto della Camera dei comuni. Domani, il parlamento francese è convocato, ma solo per venire “informato”, in un dibattuto senza voto. Ma dall’opposizione di destra e da parte della maggioranza, a cominciare dai Verdi che in una prima fase si erano schierati...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi