closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
ExtraTerrestre

Guida pratica per salvare il mondo in assenza di un pianeta alternativo

I I «Non c’è un pianeta B»: è questo l’assunto di partenza di No Planet B (Il Saggiatore, traduzione di Carlo Capararo), testo scritto da Mike Berners-Lee, ricercatore sui temi dello sviluppo sostenibile e sui sistemi alimentari, che in Italia era già stato pubblicato con La tua impronta, scopri l'impatto ambientale di ogni cosa (Terre di mezzo). IL NUOVO LIBRO DELL’AUTORE britannico vuole essere una «guida pratica per salvare il nostro mondo»: ci troviamo infatti nell’antropocene, quell’epoca «in cui il potere dell’uomo è la fonte dominante di cambiamenti dell'ecosistema». È proprio dalle azioni degli esseri umani che serve cominciare, poiché...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi