closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Guatemala, guerra alla nave abortista

Women on Waves. Nel paese, 65.000 aborti clandestini all’anno, 180 al giorno

Guatemala, la  Women on Waves

Guatemala, la Women on Waves

Acque agitate in Guatemala: non per le deportazioni di Trump, che giorni fa ha inviato nel paese il generale John Kelly, ex capo del Comando Sur. Non per la povertà, la corruzione, gli omicidi di ambientalisti e i femminicidi, ma per l'arrivo della «nave abortiva» della ong olandese Women on Waves. LA NAVE, organizzata da un gruppo di femministe di diverse nazionalità, di solito si dirige verso i paesi nei quali non è consentita l'interruzione di gravidanza e si ferma in acque internazionali. Poi, insieme alle attiviste locali, alcune fanno scalo al porto per recuperare le donne che hanno scelto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.