closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Grecia: il governo trema, guerra a Syriza

Atene. La maggioranza rischia di andare definitivamente in frantumi sull’elezione del nuovo presidente della Repubblica. E attacca la sinistra lanciando l’«allarme default»

Alexis Tsipras

Alexis Tsipras

Più si avvicina l’elezione del nuovo presidente della reppublica ellenica da parte del parlamento - nel prossimo febbraio scade il mandato di Karolos Papoulias -, più l’esito si fa incerto ad Atene. E il clima politico diventa ogni giorno più pesante, mentre si torna a parlare, spesso in modo strumentale, del «rischio Grecia». Non solo perché la maggioranza formata da Nuova Democrazia e Pasok non raccoglie i 180 seggi necessari per ottenere l’elezione di un candidato presidente della reppublica desiderato da una coalizione di governo ormai frantumata, oltre che isolata dalla stragrande maggioranza dei cittadini, ma per il fatto che...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.