closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Grasso: «Tortura, basta rinvii»

Genova 2001. Il ddl torna da martedì prossimo in commissione Giustizia per il sì definitivo. Il presidente sprona i senatori: «Testo perfettibile ma gli italiani aspettano da troppo tempo». Amnesty Italia festeggia i 40 anni chiedendo il «reato subito»

Manifestazione contro la tortura a Bruxelles

Manifestazione contro la tortura a Bruxelles

Torna in Senato per la seconda volta, e forse per l’ultima fase dell’iter di approvazione, il ddl che introduce il reato di tortura nell’ordinamento italiano. All’ordine del giorno dei lavori della commissione Giustizia di martedì e mercoledì prossimi c’è la discussione generale del testo licenziato dalla Camera il 9 aprile scorso. E il presidente Pietro Grasso esorta i senatori a non rinviare ulteriormente la discussione: «È un testo senza dubbio perfettibile ma non più rinviabile: è da troppo tempo che i cittadini italiani aspettano di veder inserito questo termine nel nostro codice penale», ha detto ieri celebrando in Campidoglio il...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.