closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Gramsci, nella torsione politica del presente

ITINERARI CRITICI. «Rivoluzione passiva», un’antologia di studi dedicata al filosofo sardo a cura di Massimo Modonesi per Unicopli. Il 22 gennaio ricorrono 130 anni dalla nascita di Antonio Gramsci che ancora oggi parla al mondo

L’elaborazione del concetto gramsciano di rivoluzione passiva si colloca fra le analisi di Franco De Felice e di Christine Buci-Glucksmann del 1977 e gli sviluppi successivi. A partire proprio dalla periodizzazione degli studi intorno al concetto ha operato Massimo Modonesi nella realizzazione e curatela di un volume dedicato alla questione: Rivoluzione passiva. Antologia di studi gramsciani (Unicopli, pp. 294, euro 22,00). Scorrendo l’indice del libro balza agli occhi in modo immediato il salto cronologico fra i primi tre contributi, i due già ricordati e quello di Javier Mena e Dora Kanoussi (1985), e gli altri sette (Morton, Coutinho, Voza, Di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi