closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Gli undici giorni del Polesine

L'anniversario. La mostra a Rovigo «70 anni dopo. La Grande Alluvione», per non dimenticare: parla il curatore Francesco Jori

©Archivio Publifoto Intesa Sanpaolo: soccorsi improvvisati, 17 novembre 1951

©Archivio Publifoto Intesa Sanpaolo: soccorsi improvvisati, 17 novembre 1951

Settant’anni sono passati da quel drammatico 14 novembre 1951 quando tra Canaro e Occhiobello, in provincia di Rovigo, il Po allagò il Polesine causando oltre cento morti e costringendo 180mila persone, un terzo degli abitanti, all’esodo. Ottantamila di loro non fecero più ritorno a casa, cercando un’alternativa di vita e lavoro all’estero o nel triangolo industriale Milano-Torino-Genova. Per undici giorni, fino al 25 novembre 1951, le acque del grande fiume dilagarono incontrastate, sommergendo centomila ettari di territorio. Oltre la metà dell’intera superficie della provincia di Rovigo si ritrovò coperta dalle acque fangose su cui galleggiavano carcasse di animali e quanto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.