closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Gli schiavi delle campagne pugliesi per 15 euro al giorno

Agricoltura. Stranieri, senza casa e senza diritti. Rapporto Choc della Cgil sul caporalato: irregolare il 50% delle aziende

Una terra di nessuno popolata da decine di migliaia di schiavi del nuovo millennio. Una zona grigia fatta di uomini e donne, che ogni notte all'alba sale su pullman e furgoni per andare a «lavorare» nelle campagne pugliesi per pochi euro, per garantire che la filiera agroalimentare italiana non subisca intoppi e proceda senza soluzione di continuità. Un mondo dove i diritti non sono stati sospesi: semplicemente non esistono. E dove la maggioranza, tra aziende agricole, proprietari terrieri, agenzie interinali e caporali bypassa le regole previste dalle leggi vigenti. È questo il quadro a tinte più che fosche che emerge...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.