closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Gli occhi di Eduardo Rózsa Flores

NARRAZIONI. «La controfigura», di Luigi Lollini edito da Alegre nella collana Quinto Tipo

Un'opera di Wadi Mhiri

Un'opera di Wadi Mhiri

Bisogna guardarlo negli occhi, Eduardo Rózsa Flores. È un giovane comunista che sa affascinare il prossimo. Di origini boliviane, ebreo trasferitosi in Ungheria, capita a Bologna per le celebrazioni del novecentesimo compleanno dell’università. Siamo nel 1988. Qui incontra Alberto, alter ego di Luigi Lollini e voce narrante de La controfigura (Alegre, pp 382, euro 16). È IL 1988, il crollo del muro di Berlino è dietro l’angolo. L’anno successivo, lo studente italiano passa da Budapest e va a trovare il suo nuovo amico magiaro. Il personaggio diventa più intrigante, pieno di sfumature, racconti appena accennati che nell’evolversi del libro di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.