closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Gli attacchi di Raggi nascondono i suoi fallimenti

Era il 2018 quando con gli arresti di molti esponenti politici e di consulenti, è stato scoperchiato il velo sullo scandalo urbanistico più grave della Roma contemporanea: il nuovo stadio della Roma nel quartiere di Tor di Valle. È dunque passato molto tempo e il sindaco di Roma Virginia Raggi, chiamata a testimoniare nel processo sullo stadio in questione, è giustificata nel non ricordare qualche nome importante. Nella sua deposizione si è infatti soffermata sulla mia incapacità ed ha affermato di aver chiamato Lanzalone per uscire dal «vicolo cieco in cui avevo cacciato l’amministrazione». Era legittimo sostituirmi, ma non fu...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi