closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Gli 80 euro della discordia, aria di divorzio in Sel: «Syriza italiana? Noi non ci saremo»

Sinistre. Venerdì alla riunione della presidenza si annuncia burrasca. Vendola cerca di mediare: Renzi in luna di miele con gli italiani, lanciamo una sfida positiva a Renzi, ora ha la forza per cambiare l'agenda Ue

Nichi Vendola, presidente della regione Puglia e leader di Sel

Nichi Vendola, presidente della regione Puglia e leader di Sel

L’appuntamento è per venerdì, alla riunione della presidenza di Sel, per quello che viene definito «un confronto libero e aperto». La formula, però, nel lessico della sinistra dei partiti, di solito annuncia burrasca. E burrasca sarà, soprattutto da parte di chi nel gruppo dirigente - parlamentari per lo più - ha votato contro l’avventura della Lista Tsipras al congresso e alla direzione nazionale. E che poi si è cucita la bocca in campagna elettorale «per lealtà e per non essere accusata di sabotaggio». Ora, consumato il voto e scavalcato lo sbarramento, il momento della verità è arrivato. Anche perché dall’altra...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi