closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Giglio, al via il disincagliamento della Costa Concordia

Il naufragio. Lunedì si tenterà di raddrizzare la nave

Le operazioni partiranno lunedì alle prime luci dell’alba, quando i venti di nordest previsti quel giorno non avranno alcun impatto sul mare circostante il porticciolo dell’Isola del Giglio. Lì dove un gigante del mare, lungo 300 metri e pesante 114 mila tonnellate, semi sommerso da venti mesi, dovrà essere riportato in posizione verticale. «Un’impresa mai tentata prima», ricorda Franco Gabrielli. Poche parole che fanno capire bene cosa significhi il «parbuckling», la rotazione del relitto della Costa Concordia. Fino a farla adagiare su un fondale artificiale pesante 18 mila tonnellate, costruito con 1.180 sacchi di malta di cemento e con sei...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi