closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

George Lewis, note classiche «creolizzate», per una identità-mosaico

Intervista. Oggi si apre la 65a Biennale Musica di Venezia, intitolata «Choruses – Drammaturgie Vocali»: il musicista racconta «Amo», composizione realizzata su commissione della kermesse lagunare

George Lewis

George Lewis

Negli ultimi anni in alcuni scritti George Lewis ha richiamato l’attenzione sullo scarto esistente fra il mondo dell’arte contemporanea – nel quale, per effetto per esempio dell’azione di un critico e curatore come il nigeriano Okwui Enwezor, si è assistito ad una rappresentazione progressivamente più equilibrata della produzione artistica: non solo bianca, europea e nordamericana, ma anche di altri continenti, dell’Africa e della diaspora africana – e quello della musica contemporanea di matrice accademica, che continua a mostrare una schiacciante egemonia bianca (e maschile). Un interessante segnale nel senso della «decolonizzazione» di questo ambito auspicata da Lewis viene dalla 65esima...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.