closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Gaza, il piano di mediazione di Al Sisi ha fallito

Egitto. L’intransigenza del presidente Al Sisi contro «i terroristi» si è rivelata un boomerang

L'incontro della lega araba

L'incontro della lega araba

Che l’Egitto militarizzato del neo-eletto presidente Abdel Fattah al-Sisi marci sull’orlo dell’isolamento in politica estera è chiaro dal giorno del colpo di Stato militare dell’estate 2013. E così, le vecchie logiche del Partito nazionale democratico di Hosni Mubarak, portate all’estremo, soprattutto in tema di conflitto israelo-palestinese, potrebbero trasformarsi in un boomerang per l’ex generale. Ne è una prova il tentativo di mediazione per il cessate il fuoco a Gaza, che include l’appello alla riapertura di tutti i confini per il passaggio di beni e persone, senza fare riferimento al valico di Rafah, chiuso con momentanee aperture per il trasferimento in...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi