closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Rubriche

Galvano della Volpe su «Primato» nel luglio 1940

Divano . Attraversando gli scritti che segnano la vigilia dell'approdo marxista dell'autore

Primato. Lettere e arti d’Italia diretto da Giuseppe Bottai e Giorgio Vecchietti, inizia le pubblicazioni il primo marzo del 1940. Ha periodicità quindicinale. Esce mentre la guerra da otto mesi è in atto in Europa. Nell’editoriale d’esordio, Il coraggio della concordia, attribuibile a Bottai, mentre si constata che «l’Europa è battuta dal vento della guerra, e nulla sembra più attrarre e commuovere che non sia la preparazione o il conflitto delle armi e delle economie», si afferma che l’Italia, tuttavia, «vigila, non con la fiacchezza rassegnata dei nati neutri, ma con l’intatto vigore di chi è nato vivo e vitale»,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi