closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

«Fuori tempo massimo». Appendino bocciata in casa

Torino. La vice ministra grillina Castelli: «Serve coraggio per superare vecchi steccati»

I tempi della telenovela elettorale torinese si sono dilatati a causa della pandemia. Candidati bruciati, altri in pectore, strategie imperscrutabili e un rapporto sofferto tra centro e periferia, in questo caso incarnato da Roma, da un lato, e Torino, dall’altro. Non si contano gli emissari che arrivano sotto la Mole e spingono a un accordo tra M5s e Pd, che gli interessati, a livello locale, non vogliono fare. Tranne Chiara Appendino, sindaca uscente che ha trovato un alleato in Giuseppe Conte, l’ex premier che ieri, inaugurando un giro di consultazioni lungo la penisola, ha incontrato in videoconferenza i rappresentanti torinesi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.