closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Frontex: “Non abbiamo mai accusato alcuna Ong”

Immigrazione. L'agenzia europea della guardia di frontiera, dopo aver dato il via cinque mesi fa alla campagna diffamatoria contro le associazioni non governative che salvano i migranti in mare, ha scritto una lettera ai parlamentari europei del gruppo Gue/Ngl per negare l'evidenza. Nel frattempo, sull'onda della campagna mediatica, sta scattando il nuovo codice restrittivo voluto dal ministro Minniti per le Ong che operano al largo della Libia

“Frontex non ha mai accusato alcuna Ong”, messo nero su bianco. Punto e basta? Purtroppo no. Adesso che il danno è fatto, dopo cinque mesi di accuse infamanti contro le Ong che salvano esseri umani nel Mediterraneo, sul tavolo della Commissione per le libertà civili che questa mattina si riunisce a Bruxelles c’è anche una lettera inedita che arriva fuori tempo massimo. Sembra una lettera di scuse, piuttosto tardiva. L’ha scritta di suo pugno il direttore esecutivo di Frontex Fabrice Leggeri in risposta a una dichiarazione congiunta inviata lo scorso 5 aprile dal parlamentare spagnolo di Podemos Miguel Urbàn Crespo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.