closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Fregata italiana in Egitto per i giochi di guerra del dittatore Al-Sisi

Armi. L’unità della classe Fremm era stata consegnata alla Marina militare egiziana a fine dicembre 2020 dalla holding industriale-militare Fincantieri dopo il restyling nel cantiere di Muggiano-La Spezia

Non conosce limiti il cinismo e l’ipocrisia delle autorità politiche di governo e delle forze armate italiane. Mentre si invoca verità e giustizia sull’efferato omicidio del ricercatore Giulio Regeni e si assicura l’opinione pubblica di aver “congelato” la cooperazione militare con l’Egitto del dittatore-generale al-Sisi, la Marina da guerra italiana non trova di meglio che inviare ad Alessandria d’Egitto uno dei suoi “gioielli”, la fregata missilistica “Carlo Margottini” per condurre un’esercitazione a fuoco con un’unità della Marina egiziana fresca di consegna da parte di Fincantieri S.p.A.. Secondo quanto pubblicato giovedì 20 maggio da Arabnews, le fregata egiziana “Al-Galala” e la...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi