closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Francesco Scarabicchi, un poema lungo una vita

Ritratti. Il poeta marchigiano è morto la scorsa notte ad Ancona

Francesco Scarabicchi

Francesco Scarabicchi

«Porto in salvo dal freddo le parole,/ curo l’ombra dell’erba, la coltivo/ alla luce notturna delle aiuole,/ custodisco la casa dove vivo,/ dico piano il tuo nome, lo conservo/ per l’inverno che viene, come un lume». Questa una poesia di Francesco Scarabicchi edita in il Prato bianco, per Einaudi nel 2017. VENUTO A MANCARE la scorsa notte ad Ancona, è stato poeta tra i più limpidi e alti nel ristretto ventaglio della contemporaneità italiana, per profondità di dettato e capacità linguistica, capace come pochi di far tenere sullo stesso filo della strofa, suono e contenuto. Erede di una tradizione tra...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi