closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Fermo, in manette ultrà fascista

Razzismo. Amedeo Mancini, 38 anni, è l’aggressore di Emmanuel Chidi Namdi. Alfano nella città marchigiana

Aveva avuto l'impressione che Emmanuel e Chimiary stessero rubando un'auto. Si è difeso così Amedeo Mancini, 38 anni, imprenditore agricolo, fermato per omicidio preterintenzionale dopo la morte del 36enne nigeriano aggredito martedì pomeriggio a Fermo, nei pressi del Seminario. Voleva scongiurare un furto, per questo ha dato della «scimmia» a Chimiary. Un metro e novanta, ultras della Fermana, vicino all'estrema destra locale e da quattro anni impossibilitato ad andare allo stadio perché sottoposto a Daspo, Mancini dice di essersi difeso, e in questo senso è spuntata anche una testimone, la cui attendibilità è però quantomeno dubbia: la donna sostiene che...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.