closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Femminielli, corpi sfuggenti

Il rito. Un pellegrinaggio ha luogo il giorno della Candelora nel santuario di Montevergine

Candelora, Montevergine; foto di Marialba Russo, 2008

Candelora, Montevergine; foto di Marialba Russo, 2008

«Nell’isola di Sicilia son molti effeminati, et io ne viddi uno in Napoli di pochi peli in barba o quasi niuno; di piccola bocca, di ciglia delicate e dritte, di occhio vergognoso, come donna; la voce debole e sottile, non poteva soffrir molta fatica; di collo non fermo, di color bianco, che si mordeva le labra; et insomma con corpo e gesti di femina. come donna attendeva alla cucina et alla conocchia; fuggiva gli omini, e conversava con le femine volentieri, e giacendo con loro, era più femina che l’istesse femine; ragionava come femina, e si dava l’articolo femineo sempre:...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi