closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Fassbinder forever

Cartelli di Strada. Bruno Zevi e un articolo pubblicato a metà anni novanta, riguardante un fatto accaduto nel 1953. Una polemica a distanza

Bruno Zevi

Bruno Zevi

Ci separava una distanza di 600 chilometri e al telefono neanche rispondeva. Mai. Lo scambio di informazioni, andato avanti per oltre un mese, procedeva esclusivamente via fax. Lui, dalla sua residenza di via Nomentana a Roma; noi, dalla realtà di provincia in cui operavamo. A metà anni ’90 il telefax era lo strumento-base per ricevere o inviare comunicati nelle redazioni dei giornali. Con l’età avanzata, radicalizzandosi nei propri tratti caratteriali, un personaggio come Bruno Zevi poteva concedersi qualche atteggiamento, anche quello di non sopportare il suono del gracidio che certe voci assumono al telefono, ovvero di selezionare tramite fax i...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.