closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Fallujah libera dall’Isis, non dai suoi fantasmi

Iraq. Il premier al-Abadi entra in città e punta su Mosul. 20mila civili "ostaggio" del governo, sotto interrogatorio per individuare collaborazionisti. Ma lo Stato Islamico non è sconfitto: autobomba a Baghdad

Stavolta Fallujah è stata liberata davvero: dopo una settimana di annunci che rimbalzavano sul muro di gomma della resistenza islamista, il primo ministro iracheno è entrato in città. «Chiedo a tutti gli iracheni, dovunque siano, di uscire e festeggiare – ha detto al-Abadi alla tv di Stato Iraqiya – Innalzeremo presto la nostra bandiera a Mosul». Una dichiarazione che contiene due elementi importanti, i due obiettivi della strategia di Baghdad per l’immediato futuro: evitare l’allargamento delle divisioni confessionali che infiammano il paese da oltre un decennio e strappare all’Isis la sua città-simbolo. Fallujah, seconda città della provincia di Anbar, incubatrice...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.